Calce Idraulica Naturale

Calce

Definizione: Calce Idraulica Naturale

La Calce idraulica naturale è ottenuta dalla calcinazione a bassa temperatura (900-1200°C) di sassi, detti calcari marnosi, ovvero carbonati aventi quantità di argilla finemente disseminata al loro interno. I calcari marnosi cotti nelle stesso modo in cui si cuociono i calcari puri da calcina grassa, danno, all’uscita del forno, un prodotto definito silicato bicalcico (C2S), il quale è immediatamente spento con sistemi vari nella sua esclusiva parte di calce aerea, senza attivare il silicato di calcio che altrimenti darebbe principio ad una presa di tipo idraulico e non aereo. Contenendo le marne una certa quantità di ferro esse producono leganti idraulici per lo più leggermente colorati (nocciola-rosato, bigio-gialliccio, ecc.). Le uniche calci idrauliche di color tendente al bianco, provengono dal territorio francese. La più rinomata marna francese bianca è conosciuta col nome di “Pietra di Teil”, colta in una località che si trova lungo il Rodano. La Calce idraulica è sempre e solo fornita in polvere. Poiché la Calce idraulica naturale è cotta a bassa temperatura, non abbisogna di gesso per controllarne la presa. Pertanto essa si differenzia dai cementi, non solo per la sua più alta porosità, ma anche perché non contiene solfati. (v. MARNA)

Calce Idraulica Naturale appartiene alle categorie : Calce, Leganti